IDROCHINESI

DATA: 18-19-20 gennaio, 23-24 marzo 2019
LUOGO: PERUGIA
DOCENTE: M° Paolo Violante
POSTI DISPONIBILI: max 14

Con il termine idrochinesi si indica un attività  basata sul movimento (cinesi) in acqua (idro),ed è un  l’insieme di tecniche che verranno  eseguite in acqua riscaldata  andando a migliorare il benessere generale del cliente ,  affrontando appunto varie problematiche legate alla cattiva postura, ad algie particolarii ecc.

L’acqua possiede importanti qualità fisiche:
queste agiscono rispettivamente sul carico, sul riassorbimento degli edemi, sul rilassamento muscolare e sulla resistenza opposta ai movimenti del corpo. La spinta di Archimede rappresenta la differenza più importante tra l’ambiente acquatico e quello terrestre in quanto permette di svolgere i movimenti con carico parziale o nullo.
La pressione esercitata dall’acqua agisce sul flusso circolatorio linfatico favorendo la riduzione degli edemi.
Una temperatura superiore ai 30°C produce rilassamento muscolare, migliorando la circolazione e, insieme allo stimolo pressorio, agisce sulla percezione del dolore aumentandone la soglia.
L’effetto della viscosità infine, influisce sulla resistenza opposta dall’acqua ai movimenti. Il segmento spostato, quindi, troverà una resistenza proporzionale all’accelerazione con la quale si muove.
I benefici dati dall’acqua influiscono sui sistemi muscolo-scheletrico, cardiovascolare, nervoso e respiratorio.

La rieducazione in acqua è indicata quando l’obiettivo è quello di svolgere esercizi in scarico parziale o totale al fine di eseguire movimenti che a secco risulterebbero difficili o impossibili da effettuare.

MODULO 1 –  Le basi e la Ginnastica Passiva

  • differenziazione fra tipologie di patologie trattabili in vasca
  • lo scopo dell’esercizio fisico e sue caratteristiche
  • la diminuzione della forza di gravità
  • malattie idro compatibili ed idro resistenti controindicazioni temporanee ed assolute
  • la temperatura della vasca
  • le leggi dell’acqua
  • il principio di Archimede
  • illustrazione dei sussidi didattici da usare in vasca
  • la postura in vasca
  • la scheda anamnestica dell’utente
  • le 5 fasi di un trattamento idro
  • parte pratica in vasca per la testa > dolori alla nuca –sinusite-emicranie idro compatibili
  • parte pratica in vasca per tratto Cervicale > artrosi e colpi di frusta
  • parte pratica in vasca per Trapezio >problemi di tensione –rigidità-somatizzazione stressogena
  • parte pratica in vasca per le spalle > tendiniti e lussazioni
  • parte pratica in vasca per Gomiti > epicondiliti – recupero funzionale post gesso
  • parte pratica in vasca per Scapole Alate
  • parte pratica in vasca per Ipercifosi del tratto Dorsale
  • parte pratica in vasca per Iperlordosi del tratto Lombare
  • parte pratica in vasca per Protusione /Ernia lombare

MODULO 2  – trasformazione degli esercizi in Ginnastica Attiva

  • i principi fondamentali di tale metodologia
  • terminologia tecnica in acqua della ginnastica attiva
  • le leggi della dinamica (Newton)
  • elencazione degli attrezzi che creano attrito in vasca
  • elencazione degli esercizi della dispensa da effettuare in acqua alta
  • il retto addominale in acqua e tecnica pratica per la sua corretta stimolazione
  • il crunch attivo in acqua
  • il lavoro per gli arti inferiori
  • similitudine fra esercizi della dispensa da fare in vasca alta e alcuni riferimenti a gesti sportivi
  • pratica attiva in vasca delle patologie idrocompatibili del primo livello ma effettuate attivamente
  • parte pratica per Scoliosi
  • parte pratica per Ipercifosi
  • parte pratica per Iperlordosi
  • parte pratica per coxa vara e valga
  • parte pratica per piede piatto
  • parte pratica per problematiche alle ginocchia
  • parte pratica per ernia lombare
  • parte pratica per collo rigido
  • parte pratica per lussazione alle spalle